Il Nulla con la Sciolina Intorno

Il ministro degli esteri più inutile della storia patria, nonché passacarte del glorioso Governo dell’Isola di Santa Lucia, si è segnalato soprattutto per la sua presenza sulle piste da sci nei momenti di crisi internazionale, oltre che per alcune sparate da pazzo delirante (“Assange vuole distruggere il mondo!”), in cui mostrava un contegno e una diplomazia che solo un grande paese come l’Italia è in grado di apprezzare. Sempre meglio, comunque, di quando, animato dal sacro fuoco d’occidente, decide di prendere l’iniziativa. Strage di capodanno ad Alessandria: una trentina di morti, un centinaio di feriti, le vittime sono copti. Il mondo inorridisce. Frattini, hombre vertical, esprime viva condanna e attiva tutti i canali diplomatici disponibili (cioè quelli non occupati dai tour operator) per accelerare l’approvazione della mozione del Consiglio d’Europa sulla tutela delle minoranze religiose, insistendo per inserire un esplicito riferimento ai cristiani perseguitati. Segue un gran baccano, che si risolve in una mezza sconfitta: il documento passa, ma senza la menzione ah hoc per i cristiani, sulla quale pesa il veto turco. Nel frattempo, i sospetti dell’infaticabile Ministro Colgate sui responsabili della strage cambiano quotidianamente: Al Quaeda, i Fratelli Musulmani, i palestinesi estremisti, Diabolik e John Belushi…. Tanto si sa, l’Islam è brutto e cattivo a prescindere. Tra il 6 ed il 7 febbraio, con l’Egitto già in piena rivolta, emerge lentamente un’ipotesi alternativa assai più credibile: dietro l’attentato ci sarebbe lo stesso ministro degli Interni egiziano (con i relativi servizi segreti), che viene fatto dimettere da Mubarak. L’obiettivo era quello classico della strategia della tensione. C’è maretta? Facciamo un gran casino e poi accusiamo i musulmani estremisti per consolidare il nostro potere interno e rafforzare il sostegno degli occidentali, proponendoci come unico baluardo dinanzi all’Islam intollerante. Probabile che ci fosse lo stesso Mubarak dietro la faccenda e che abbia scaricato il ministro nel tentativo vano di placare i rivoltosi. La notizia in Italia praticamente non arriva, se ne parla pochissimo, qualche trafiletto qui e là. Per Frattini dovrebbe essere un’umiliazione colossale. Voglio dire: ti hanno preso per il culo facendoti credere quello che volevano farti credere, tu hai reagito esattamente come volevano che reagissi. Peraltro fallisci pure nel tentativo di far passare la penosa mozione per la tutela dei cristiani e quando si scopre la verità che fai?

Dichiari questo:

(Asca) – Praga, 8 feb – Il ministro degli Esteri italiano, Franco Frattini, a margine di una visita ufficiale a Praga sottolinea la sua soddisfazione per il fatto che l’ex ministro degli Interni egiziano sia stato indagato per la strage dei cristiani copti. ”Soddisfazione – spiega il titolare della Farnesina – perche’ indica che la strada verso la trasparenza e la democrazia in Egitto e’ veramente comincita”.

Davvero un fuoriclasse. In effetti, forse è meglio che non disturbino il Colonnello. Ora che la, stranamente compatta, UE esprime ferma condanna contro la repressione del regime libico, noi attendiamo sviluppi “perchè non si esporta la democrazia”.  Che mica siamo in Afghanistan. C’è anche da capirlo il bel Franchino. Lo prendono sempre tutti in giro e stavolta ha deciso che prima di parlare è meglio aspettare e vedere come va a finire. Si fa più bella figura.

Feat. Telebolla

Update: Ha cambiato idea…

Annunci

Informazioni su Il provocatore occidentale

Derubricatore
Questa voce è stata pubblicata in esteri, politica e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il Nulla con la Sciolina Intorno

  1. Telebolla ha detto:

    Frattini oggi regala nuove emozioni:
    12:55 Bruxelles: “Meno gas, ma nessun problema per l’Italia”
    12:56 Frattini: “Non ci risultano sospensioni forniture gas”
    A lui non glie risurta e infatti, un po’ perchè non ci capisce un cazzo e deve comunque minimizzare, un po’ perchè porta anche sfiga arrivano le conferme.
    14:28 Asca: “Completamente fermo flusso gas su Greenstream”
    14:39 Eni si prepara a chiudere gasdotto Greenstream
    Iniziate a toccare ferro perchè il nostro eroe dice
    15:17 Frattini: “Forniture petrolio in calo, ma nessun problema”
    Si merita una vacanza il pover’uomo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...