Scilipop

Per quanto mi riguarda, le interviste di Antonello Caporale alla pletora di avventurosi ominicchi che albergano la legislatura più grottesca della storia patria sono il genere più rappresentativo della cultura popolare italiana di questo inizio di millennio. Esattamente come lo fu il neorealismo nel secondo dopoguerra. Da oggi la Repubblica dispone di un nuovo, sfavillante e responsabilissimo Ministro dell’Agricoltura (e pure di uno della Kultura, che è anche peggio del precedente…), il quale Signor Ministro è indagato ‘solo’ per corruzione e concorso esterno in associazione mafiosa. Ecchessarámmai! Ma è il contesto della sua nomina che è stato spettacolare, letteralmente spettacolare. Già perchè questa gente si distingue per una sensibilità artistica e ludica notevole. Non le importa solo la sostanza (quella marrone che esce dal retro), ma anche la forma, in cui sono maestri assoluti. Oggi, per dire, i seguaci di Danny DeVito, paladino dell’agopuntura libera, si sono imboscati nei cessi di Montecitorio in attesa della nomina del loro rappresentante al Governo, esattamente quando in Commissione Giustizia si votava per il conflitto di attribuzione sullo zoccolagate ed il loro voto risultava, guarda caso, decisivo. Insomma, tenevano per le palle flaccide il Supercapo. Nel momento esatto in cui arrivava il segnale della missione compiuta, con la nomina del neoministro Saverio Romano, sti sorci saltavano fuori da sotto il tavolo al grido di “v’eemo fatto cagà sotto!“, e tornavano in commissione per votare secondo quanto pattuito (e retribuito). Che poi uno si chiede: ma non ci saranno i termini per un’azione penale? O forse sarebbe meglio un’azione militare…

Annunci

Informazioni su Il provocatore occidentale

Derubricatore
Questa voce è stata pubblicata in informazione, politica e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Scilipop

  1. Telebolla ha detto:

    A me i responsabili piacciono e hanno dimostrato che Berlusconi è osceno ma non è il peggio del paese. Oltre a fuoriclasse inarrivabili del calibro di Scilipoti, Razzi, Pionati e via dicendo tengo a segnalare l’ex Pdl, ex Fli e ben presto ex-responsabile Maria Grazia Siquilini. Il 14 Dicembre dopo avere votato contro la mozione di sfiducia al governo, mozione che la vedeva tra i firmatari, durante un’intervista a sky si giustificava dicendo che lei quella mozione non la voleva proprio firmare firmare, gliel’avevano chiesto per telefono e doveva prendere una decisione immediata. Gente che ha confuso l’attività politica con una trasmissione di Magalli e non si vergogna nemmeno a confessarlo, anzi ci tiene a disgustarci con tutti i dettagli credendo di addurre una motivazione plausibile: Berlusconi fa schifo, cosa risponde signora, sì o no?
    Se dico sì poi posso cambiare idea?
    Certo signora, fino al 14 Dicembre.
    Allora è sì, poi ci penso, sa non è che lo conosca molto bene, mi devo fare un’opinione.
    Alla faccia dei responsabili e infatti è lei stessa con una sorprendente dose di autocritica a rivelare che i Responsabili sono stati simpaticamente ribattezzati i Disponibili.
    Sembra un gigante di dignità attorniata da questa marmaglia e invece è quella che ha votato contro la sua stessa mozione, firmata per telefono, eletta in un partito ma gia saltata in 3 gruppi parlamentari diversi.
    Vaffanculo a ‘ste merde

  2. notizie del futuro ha detto:

    Le cene responsabili si fanno con un consumo responsabile…

    http://notiziedelfuturo.blogspot.com/2011/03/consumo-responsabile.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...