Zitti!

Pisapia che ruba i furgoni fa il paio con Schillaci che ruba le gomme. I Truci a San Siro oramai non si risparmiano niente ed il marchio di fabbrica è sempre quello, la Curvasud, la Fossa dei Leoni, da Gattuso alla Bat-mamma. Come sempre però il problema non sta nel merito, che non esiste, ma nel metodo. Nel 2008 un fuori onda sorprese Zapatero confessare prima di un dibattito televisivo: “un clima di tensione ci favorisce”. A ‘noi’ socialisti che in Spagna siamo la maggioranza pigra. La buona vecchia strategia della tensione (bassa), insomma. A Milano, invece, l’astensione è soprattutto un problema dell’altro campo, quello che qui è appunto maggioritario. Sono loro che si giocano tutto sul 50+1 e devono sfuggire ai rischi del Solleone e dello scudetto già vinto e festeggiato. Il secondo turno sarebbe un Vietnam, per cui gli serve un bel clima frizzantino per svegliare il gruppone sonnacchioso ed urlargli in faccia: “Oh, panzoni! Guardate che domenica si vota. Staccatevi un attimo da Striscia la Notizia e muovete il culo (flaccido, of course) fino al seggio!”. Pavlov farà il resto e la matita si poggerà dove si è sempre poggiata, senza bisogno di spiegare nulla. Non devono far altro che spararla grossa. Le loro TV diffonderanno il messaggio, Repubblica certamente abboccherà e per coloro che eventualmente avessero problemi di ricezione col DTT, provvederemo noi, al bar, sui giornaletti e sull’internette a farci untori inconsapevoli della stronzata di turno. Ecco perchè, almeno tra noi si dovrebbe fare uno sforzo e per una volta provare a non fargli caso. Veramente però, non come la storia dell’elefante di Walter… Mordiamoci la lingua. Teniamo botta ancora tre giorni. Tutti zitti. Al baretto parliamo d’altro. Evitiamo proprio la politica. Solo cazzate che distraggano la Curva, come quella della Juve che si iscrive al campionato francese e non vince manco quello. Ho la sensazione (immotivata) che stavolta potrebbero esserci arrivati lunghi. Anzi, se proprio dobbiamo parlarne, spargiamo la voce che le elezioni ci sono il 22. Quelli se la bevono.

Annunci

Informazioni su Il provocatore occidentale

Derubricatore
Questa voce è stata pubblicata in informazione, politica e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Zitti!

  1. Telebolla ha detto:

    Il presidente, in particolare, è soltanto un prestanome: non esercita in effetti il benché minimo potere. È sì scelto dal governo, ma le qualità che deve dimostrare di avere non sono quelle tipiche del leader: la sua fondamentale qualità è saper provocare scandali. Per questa ragione scegliere un presidente non è facile: bisogna poter scegliere un persona che sappia provocare il furore della gente, me che sia anche in grado di affascinarla. Il suo compito non è esercitare il potere, ma stornare l’attenzione della gente dal potere stesso.
    In questo senso Zaphod Beeblebrox è uno dei migliori presidenti che la Galassia abbia mai avuto: ha già passato in carcere per truffa due dei dieci anni della presidenza.
    Sono davvero pochissime le persone che capiscono che il presidente ed il governo non hanno praticamente nessun potere…
    DNA

    Sì, sono in fase citazioni Adamsiane. Sempre meglio dell’articolo di Bocca che posso riassumere così: la maggior parte dei milanesi sono ignoranti, menefreghisti e stronzi. Che più o meno io sono d’accordo con tutti certo Bocca non mette il buonumore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...